Nello spirito e nella logica della biodiversità e della fattoria didattica, i miei genitori hanno piantato ormai più di 10 anni fa alberi da frutto di ogni specie e di ogni tipologia e ne hanno ereditati di bellissimi dal passato. Sicché un po’ ovunque in azienda si trovano meli, peri, ciliegi, peschi, albicocchi, susini, kiwi, noci, e per ognuno di questi varie tipologie in modo che oltre ad apprezzarne gusti diversi sia possibile trovarne almeno per tre stagioni dell’anno.

Ogni anno è Nanù, come viene chiamata mia mamma Adele dai suoi nipoti, che decide cosa dovrà essere piantato nell’orto in funzione delle prelibatezze che ha in mente di preparare. Generalmente si trovano pomodori da sugo e da tavola oltre ai dolcissimi datterini, zucchine, melanzane, cetrioli, peperoni e zucche e anche qualche erba aromatica come il basilico, il rosmarino e la salvia.

Qua e là troverete fragoline di bosco, mirtilli, lamponi e more oltre all’immancabile filare di uva da tavola.